Valbruna – Sella Prasnig – Rifugio Pellarini

Valbruna – Sella Prasnig – Rifugio Pellarini

“Nessuna preghiera, nessun credo, rendono l’uomo più devoto quanto la solitudine d’un bosco che stormisce al vento, o la libera vicinanza al cielo sulle vette dei monti”

(Julius Kugy – Alpinista delle Alpi Giulie)

Dislivello:640 m.

Difficoltà: E

Cartografia: Tabacco 1:25000 n.19 “Alpi Giulie Occidentali – Tarvisiano”

Sentieri CAI: 615 – 617 -616

Partenza: Valbruna (UD) 

Partenza da Val Saisera (860 m) con sentiero che sale su strada forestale, poi su traccia carrabile, per continuare su sentiero che risale un tratto boscoso sino ad arrivare ad una radura dove trovo uno stavolo ed una fontana (1287 m).  

Proseguo facilmente sino a sella Prasnig (1491 m.) dove lascio il segnavia 615 per dirigermi con il 617 verso il rifugio passando sotto le Cime Delle Rondini (bellissimo panorama).

jof-fuart-e-cima-da-riofreddo

                             panorama da sella Prasnig (Jof Fuart e Cima da Riofreddo)

2013-09-07-12-18-42

                                          sotto la Cima delle Rondini

Alla fine della discesa trovo un bivio e prendo il segnavia 616 che mi porterà al rifugio Pellarini (1499 m.) da dove si ammira il gruppo della Madre dei Camosci separato dal Grande Nabois.

2013-09-07-14-18-10

2013-09-07-11-56-00

2013-09-07-15-27-09

2013-09-07-11-05-10

Sosta al rifugio e rientro con segnavia 616 sino al parcheggio.

all pellarini                                                             discesa su sentiero 616

Considerazioni personali:

anello stancante per lunghezza, molti saliscendi e un passaggio in cresta un po’ pericoloso, ma spettacolare soprattutto il panorama visibile lungo tutto il sentiero 617.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × due =

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.