Templates by BIGtheme NET
Home / Alpi Giulie / Monte Santo di Lussari – Fraz. Camporosso (Tarvisio)

Monte Santo di Lussari – Fraz. Camporosso (Tarvisio)

Quante cime, qui, intorno a me, grandi e umili insieme; esse sanno aspettare, non invecchiano come noi, non si stancano. E io, domani, pur camminando sul sentiero, vorrei imparare ancora una volta a vivere la loro pace, vorrei mi insegnassero il segreto di questa loro statica dolcezza” 

(Tiziana Weiss da “Donne in parete” di Spirito Dalla Porta Xidias)

Mappa

Partenza: Camporosso (UD)

Dislivello: 900 m

Difficoltà: E

Cartografia: Tabacco 1:25000 n.19 “Alpi Giulie Occidentali – Tarvisiano”

Sentieri CAI: 613

Arrivo alla funivia di Camporosso e a 500 m,  dietro il locale Alte Hutte, seguo la strada che sale alla frazione Lussari; a Case Lussari (858 m) parcheggio ed inizio il “Sentiero del Pellegrino” (Cai 613)  che risale con moderata pendenza, tutta la valle lungo la sponda orografica destra del rio Lussari. 

Il sentiero è ben segnalato, faticoso nella parte centrale con stretti tornanti e discretamente ripidi, dopo aver incontrato il crocefisso che da inizio ai capitelli della via Crucis. Arrivata alla malga Lussari (1753 m) giro a destra e proseguo verso sella Lussari (1715 m) dove mi fermo un attimo accanto ad una piccola cappella. Ricomincio a camminare sul sentiero che taglia in diagonale le pendici del monte Prasnig accompagnata da un panorama stupendo.

Manca poco ed eccomi alla croce di vetta del Monte Santo di Lussari (1789 m). Mi siedo ed ecco il panorama che spazia sulle dolci vallate austriache, le vette del Mangart,dello Jalovec a nord-est, mentre verso sud lo Jôf Fuart e lo Jôf di Montasio. 

panorama sullo Jof del Montasio

Scendo pochi passi e visito il Santuario del Monte Lussari di incomparabile bellezza

La nascita del Santuario è collegata alla storia di un pastore di Camporosso che, intorno al 1360, non trovando più il suo gregge salì sul Lussari e ritrovò le sue pecore inginocchiate intorno ad un cespuglio di pino mugo, dentro il quale si trovava una statua della Madonna con il Bambino.Il pastore decise quindi di portare la statua in canonica, ma nei giorni successivi si ripeté la stessa scena; la statua era ritornata sulla vetta del Monte attorniata dal gregge di pecore. Il parroco di Camporosso consultò allora il vescovo e questi ordinò che in cima al Monte Lussari fosse costruita una cappella votiva dedicata alla Vergine. (per leggere la storia completa clicca qui)


Note

*per chi è impossibilitato a salire a piedi ma desidera visitare questo splendido santuario è possibile prendere la telecabina (Telecabina Monte Lussari – Tarvisio 33010 Camporosso (UD) –Tel. 0039 0428 653915 Fax 0039 0428 63085 – Sito internet: www.promotur.org e-mail: tarvisio@promotur.org);

** la salita al monte Lussari è anche l’ultima tappa (Valbruna – Monte Lussari) del “Cammino Celeste” o “Iter Aquileiense” (per approfondire e vederne le tappe: www.camminoaquileiese.it/ita/)


 

 

 

 

trekker

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

tredici + 8 =

*