Cinghiale (Sus scrofa)

cinghiale-foto

Nella simbologia animale il cinghiale rappresenta la forza, l’autostima, la prosperità.

Habitat

La sua presenza è maggiore nelle zone appenniniche tra i 300 e gli 800 m. in prevalenza boschive.

Comportamento

La sua vita si svolge soprattutto di notte mentre di giorno riposa nella tana costruita tra boschi e cespugli.  Si nutre principalmente di ghiande, frutti, radici,  cereali ma essendo onnivoro può nutrirsi anche di piccoli mammiferi, carcasse di animali ed invertebrati. Normalmente, sia nel caso che sia solo o in branco, evita l’uomo ma ha  anche un temperamento aggressivo e può diventare pericoloso se si trova senza via di fuga, in presenza  di una femmina con cuccioli o se preso alla sprovvista. Un segnale della sua presenza possono essere alberi con la corteccia asportata e con presenza di fango ad 1 metro di altezza dal suolo.

Orma

Cinghiale

Ha una larghezza di circa 6/9 cm. e restano sempre impresse le impronte delle due dita mediane e degli speroni.

In caso d’incontro:

  • nel caso di una femmina con cuccioli prestare molta attenzione ad allontanarsi lentamente senza farsi notare;
  • nel caso l’animale si trovi in una situazione dove non abbia via di fuga cerchiamo di stare fermi a debita distanza ed evitando movimenti bruschi e rumori allontaniamoci, sempre tenendolo d’occhio oppure, se possibile, arrampicarsi su un albero salendo per almeno due metri.

Eventuale attacco:

fuggire è inutile in quanto sono animale velocissimi, cerchiamo di scansare l’animale solo all’ultimo momento in maniera molto simile a quella di un torero (il cinghiale proseguirà scappando) oppure potrete arrampicarvi su un albero che ne permette la salita almeno per una altezza di 2 metri.

Attenzione

Se abbiamo un cane con noi ricordiamoci che viene visto dal cinghiale come un predatore minaccioso e quindi con più probabilità di attacco.

 

Le nozioni sono state tratte da manuali, libri e siti professionali. I diritti sono riservati ai legittimi proprietari.
* immagini tratte da Analisi delle piste naturali – Manuale IGI
** Manuale di Escursionismo e sicurezza in montagna – Davide Zangirolami – Ediz. Priuli & Verlucca.

 

trekker

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

2 × 5 =

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi